MARE E GIOIELLI: COME PRENDERSENE CURA

Tanti sono i fattori che possono intaccare la bellezza dei nostri gioielli preziosi. Ecco alcuni consigli e precauzioni da prendere.

Inizia finalmente la bella stagione, i primi spiragli di estate e non vediamo l’ora di organizzare il nostro outfit per le giornate in spiaggia o in piscina. Ma come comportarsi con i gioielli? Meglio metterli oppure lasciarsi a casa, lontano da agenti che potrebbero rovinarli?

ESTATE: I PERICOLI PER I GIOIELLI

I gioielli danno sicuramente un tocco in più ai tuoi look, anche quando si tratta di andare al mare o in piscina. Gioielli con pietre colorate o gioielli con corallo e perle sono un must in questa stagione, ma attente come sempre a quando decidete di fare un bagno: meglio riporli in borsa!

L’acqua infatti, che sia quella marina o quella della piscina ricca di cloro, è uno dei nemici numero uno per i gioielli indossati in estate, soprattutto quelle con pietre incastonate. Non è tanto la composizione dell’acqua, quanto il contatto prolungato che può alterare la colorazione dei gioielli. Quindi meglio indossarli con la pelle asciutta, lontano non solo dall’acqua ma anche dalle creme solari perché potrebbero macchiare i gioielli, soprattutto quelli con le perle. Le stesse regole valgono anche per le fedi nuziali o gli anelli di fidanzamento. Se i tuoi gioielli indossati al mare dovessero però bagnarsi, non ti preoccupare: l’importante è sciacquarli il più rapidamente possibile con acqua fredda e asciugarli completamente con un panno. E soprattutto, attente ai granelli di sabbia! Una volta a casa, procedete al lavaggio con acqua calda e sapone per togliere lo sporco più ostinato e strofinate delicatamente la superficie con uno spazzolino dalle setole morbide.

OCCHIO AL METALLO E ALLE PIETRE!

Non tutti i gioielli, però, corrono gli stessi rischi.

  • Gioielli in oro: a rovinarsi con l’acqua marina o ricca di cloro non sono tanto i gioielli realizzati in oro puro, quando i metalli con i quali è costituita la lega (rame, argento o nickel).
  • Gioielli in argento: i gioielli in argento sono i più delicati quando indossati in spiaggia perché si danneggiano facilmente a contatto con le creme, il sudore, il cloro e la salsedine. Anche in questo caso potete intervenire tempestivamente con acqua e sapone, oppure con un panno per la lucidatura, ma in ogni caso meglio non immergerli in mare, in piscina o in vasche termali!
  • Gioielli con pietre preziose: il sale marino può depositarsi sulle pietre, rischiando di appannarle e renderle meno brillanti, quindi meglio non esporle troppe e sciacquare subito dopo il bagno.
  • Saldature dei gioielli: sono il vero punto debole dei gioielli indossati al mare perché il sale o il cloro possono corrodere le parti di congiunzione lasciando “libera” la pietra che si potrebbe allentare e potrebbe perdersi inevitabilmente, mentre l’impatto delle onde potrebbe addirittura rompere le saldature. Evitate quindi lunghe nuotate e tuffi.