I GIOIELLI PUNTO LUCE

Brillare, splendere, illuminare. Queste le qualità e i motivi per indossare i gioielli punto luce

I gioielli punto luce sono pezzi della tradizione orafa. Originariamente venivano regalati in dote, mentre oggi sono molto gettonati in occasione di una celebrazione religiosa, la nascita di un figlio o un compleanno. Dato però che di regola il protagonista indiscusso dei punti luce è il diamante, che simboleggia forza, fedeltà e durevolezza, questi gioielli diventano adatti anche a raccontare il legame eterno che vi lega al vostro/vostra partner e quindi sono regali perfetti anche per San Valentino, anniversari o altre ricorrenze romantiche. Insomma ogni occasione è buona per affidare ai gioielli punto luce il vostro messaggio di affetto ed amore.

LE TIPOLOGIE DEI GIOIELLI PUNTO LUCE

Nonostante tutte le forme che questi gioielli possono assumere – geometriche,  a cuore, a fiori e altre – la loro peculiarità principe rimane la linea minimal. I preferiti in assoluto sono quelli con un filo d’oro e un diamante e basta. Altri ricercano anche versioni più complesse e ricche. Nella moda gioielli contemporanea questi monili sono espressione soprattutto della gioielleria handmade e alternano materiali preziosi a zirconi e pietre dure, pur mantenendo le linee essenziali.

COME INDOSSARLI

In passato il galateo dei gioielli vietava assolutamente di indossare diamanti o pietre simili di giorno. Erano ammessi solo alle cene o ad eventi serali. Con il venir meno dell’aristocrazia però questa regola è stata abbandonata ed oggi i gioielli punto luce vengono indossati al sole così come al chiaro di luna.
Proprio per il fascino e la raffinatezza che li contraddistingue, possono essere abbinati a qualsiasi outfit. L’unica regola raccomandabile è di lasciarli brillare da soli, senza sovrapporli ad altre collane o pendenti. E non importa che siano orecchini punto luce, collane punto luce, bracciali o anelli. La questione fondamentale è solo il luccichio. Devono brillare.